Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2016

CATTIVI VICINI 2 QUALCHE RISATA E NULLA PIÙ

Pubblicato il 19/05/2016
VotoVotoMEzzo votoNo votoNo voto

Un film di Nicholas Stoller. Con Seth Rogen, Zac Efron, Rose Byrne, Chloë Grace Moretz, Kiersey Clemons, Dave Franco, Christopher Mintz-Plasse, Ike Barinholtz, Carla Gallo, Beanie Feldstein, Selena Gomez, Lisa Kudrow, Kelsey Grammer, Ciara Bravo.

CATTIVI VICINI 2  QUALCHE RISATA E NULLA PIÙ
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

E anche Cattivi Vicini ottiene l’inevitabile seguito. Questa volta la coppia di genitori formata da Mac (Seth Rogen) e Kelly Radner (Rose Byrne), in attesa di una seconda bambina e pronta a traslocare nei sobborghi, potrebbe vedere i loro piani di una vita tranquilla andare in fumo a causa delle studentesse trasferitesi di fianco. A quanto pare Teddy Sanders (Zac Efron) e la sua confraternita, i quali avevano tormentato la coppia nel primo capitolo, finito il college hanno lasciato l’enorme casa sfitta. I possibili acquirenti della casa dei Radner hanno trenta giorni di tempo per decidere di chiudere la trattativa e l’arrivo delle studentesse a formare quella che viene chiamata ‘sorellanza’ nella casa a fianco, potrebbe mandare tutto all’aria. È l’inizio di un nuovo incubo per i Radner.
Siamo ovviamente dalle parti delle commedie demenziali e, a tratti, il seguito risulta più divertente del precedente, allo stesso tempo è meno plausibile e più sciocco. La trama è pressoché inesistente, si limita a ricalcare forzatamente gli stessi passi del primo, sostituendo alla confraternita la comunità delle ragazze. Fin qui non troppo male, tutti i seguiti presentano una certa ripetitività, il problema peggiore è un altro. Il film vuole avere la botte piena e la donna ubriaca. Da un lato si eleva a paladino del femminismo, motiva le collegiali a formare la propria sorellanza per affermare eguali diritti delle donne, poi però fa comportare le protagoniste come delle bambinette svampite, le mette in bikini e, nel nome della risata facile, le fa assalire la macchina guidata da Seth Rogen mezze nude, mentre Rose Byrne, che nella storia dovrebbe essere l’adulta della situazione, le spruzza d’acqua per cacciarle, dandole anche delle ‘galline’. Sembra una scena arrivata dritta, dritta da un soft core. Chloë Grace Moretz, attrice brava e bella, l’arma in più del seguito sulla carta, è completamente sprecata in un ruolo che la vuole infantile e incolta. E queste ragazze dovrebbero essere collegiali al primo anno di università? Va bene tutto: la comicità grezza, le battute sulla marijuana, sui giovani attaccati ai telefonini, gli stereotipi legati alla sindrome di Peter Pan contrapposta all’età adulta quando si diventa genitori, ma c’è un limite, dopo il quale si insulta l’intelligenza degli spettatori. Il film è costellato di celebrità in ruoli cameo, più o meno efficaci, con l’aggravante che alcuni vengono omessi completamente in fase di montaggio a giudicare dal trailer formato perlopiù da sequenze alternative o assenti dal prodotto finale.  Viene da rimpiangere classici ambientati nei campus americani come Animal House, dove nella demenzialità c’era purità di intenti.

Link:
»http://www.neighbors-movie.com