Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2017

ALIBI.COM COLCOA 2017

Pubblicato il 30/04/2017
VotoVotoVotoMEzzo votoNo voto

Un film di Philippe Lacheau. Con Philippe Lacheau, Élodie Fontan, Julien Arruti, Tarek Boudali, Didier Bourdon, Nathalie Baye, Vincent Desagnat, Alice Dufour, Philippe Duquesne, Michèle Laroque, Kad Merad

ALIBI.COM  COLCOA 2017 DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

La squadra responsabile del mega successo al botteghino Babysitting, torna al cinema con una nuova frizzante commedia farcita di riferimenti agli anni ’80, musicali e cinematografici.
Grégory (Philippe Lacheau) ha creato una compagnia online chiamata Alibi.com in grado di offrire l’alibi perfetto a mariti fedifraghi o a chiunque abbia qualcosa da nascondere. Tutto sembra procedere a gonfie vele, Grégory trova anche l’amore nella bella Flo (Élodie Fontan). La ragazza però rivela di non sopportare alcun tipo di menzogna, per tale motivo l’uomo decide di tenere nascosto il suo lavoro. La cosa si complica quando Grégory scopre che il padre di Flo è uno dei suoi clienti, il quale lo ha assunto per creargli un alibi che gli faccia evitare le celebrazioni dell’anniversario di nozze, in favore di un weekend con l’amante.
Lacheau e i suoi collaboratori sono in pochi anni diventati la punta di diamante del cinema comico francese. È quella comicità fatta di gag e battute becere, in grado di scatenare risate grasse. Una sceneggiatura al vetriolo priva di tempi morti, costellata di battute a raffica, che può far leva su un grande affiatamento di gruppo, con sempre una morale di fondo. Novità, rispetto alle precedenti fatiche, sono gli omaggi agli anni fine ‘80 e inizio ’90, alcuni sottointesi, il pannello di controllo della Delorean volante appeso sul muro dell’ufficio, ad esempio, altri più espliciti come la passione del protagonista per Van Damme e il film Senza esclusione di colpi – Bloodsport; di facile e sicura presa su una generazione di trentenni, ormai verso i quaranta, principale target della commedia. E per quanto demenziale e banale possa sembrare sulla carta, dato l’intento principale di far ridere a crepapelle, l’attenzione ai dettagli nasconde un’intelligenza da non sottovalutare. Essere al passo con i tempi e conoscere i gusti del pubblico è una qualità non da pochi, soprattutto nel ramo commedia e Lacheau sembra aver trovato la formula vincente. Speriamo solo che in futuro eviti la trappola della ripetitività, al momento il successo è assicurato.


Link:
»http://www.colcoa.org/