Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2017

WONDER NON GIUDICARE MAI UN LIBRO DALLA COPERTINA

Pubblicato il 26/11/2017
VotoVotoVotoVotoNo voto

Un film di Stephen Chbosky. Con Julia Roberts, Owen Wilson, Jacob Tremblay, Izabela Vidovic, Mandy Patinkin, Noah Jupe, Bryce Gheisar, Elle McKinnon, Daveed Diggs, Millie Davis.

WONDER  NON GIUDICARE MAI UN LIBRO DALLA COPERTINA DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

August Pullman (Jacob Tremblay) è un bambino nato con una grave malformazione cranio facciale. Dopo interventi chirurgici di vario genere e lezioni scolastiche a casa, i genitori si rendono conto che più a lungo posticiperanno l’impatto con gli altri e più difficile sarà per il bambino adattarsi alla vita. Così giunge finalmente il fatidico primo giorno di scuola vera; un’esperienza che rappresenterà per Auggie dapprima un ostacolo insormontabile e infine una grande lezione di vita.
Ogni tanto arriva un film capace di scaldare i cuori, di arrivare dritto dritto all’animo, in grado anche di evitare la trappola della sdolcinatura facile e troppo di impostazione televisiva. Wonder è proprio questo: una piccola gemma, che racconta una storia di tolleranza e d’isolamento nel quale possono sentirsi i bambini, senza per forza aver il volto deformato come il protagonista. L’esperienza del piccolo Auggie è più comune di quanto si possa pensare, vuoi per timidezza, vuoi per le crudeltà dei bulletti a scuola, vuoi perché quando si cresce ci si sente spesso incompresi. Non è necessario essere diversi per sentirsi non accettati dagli altri. L’amore, inteso come sentimento universale, che pervade l’intera vicenda evita sempre una sferzata troppo drammatica e, forse, questo è uno dei limiti del film: restando sui binari buonisti si rischia di rappresentare un mondo troppo edulcorato e lontano dalla realtà. Qualche confronto più aspro e un finale meno smielato avrebbero potuto renderlo un film perfetto. Tuttavia è il sentimento che suscita in ognuno nel vederlo a vincere anche su certe scelte stilistiche. I parallelismi con un altro grande film con protagonista un ragazzo dal volto deformato (Mask - Dietro la maschera) saltano subito agli occhi, ma non toglie nulla a questa ben riuscita trasposizione di un romanzo di successo. Intelligente l’approccio alla storia dai diversi punti di vista dei personaggi, che ottiene il duplice scopo di approfondimento e di narrazione non convenzionale. Film di questo tipo, per quanto possano essere percepiti come semplici favole, sono invece sempre più necessari in un mondo cinico che cerca costantemente di sopprimere i sentimenti. 


Link:
»http://www.wonder.movie