Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2016

SOMNIAQUANDO IL MOSTRO DEGLI INCUBI NON E' FREDDY KRUEGER

Pubblicato il 25/05/2016
VotoVotoVotoNo votoNo voto

Un film di Mike Flanagan. Con Kate Bosworth, Thomas Jane, Jacob Tremblay, Annabeth Gish, Scottie Thompson, Dash Mihok, Kyla Deaver, Lance E. Nichols, Courtney Bell, Justin Gordon, Jason Alan Smith, Brett Luciana Murray.

SOMNIA QUANDO IL MOSTRO DEGLI INCUBI NON E' FREDDY KRUEGER
Trama classica per il genere 'horror thriller': una giovane coppia perde il figlio piccolo in un tragico incidente, qualche anno dopo, non riuscendo più ad avere figli sono alla ricerca di un bambino da adottare. Lo troveranno presto e inizialmente sembrerà tutto perfetto, fino a che le cose prenderanno una piega terribile ed imprevista.
Nel caso di 'Somnia' il bambino da adottare si chiama Cody e possiede un 'simpatico' potere paranormale, quello di riuscire a rendere vivi i propri sogni... purtroppo non soltanto quelli belli ma anche gli incuibi che lo perseguitano, in particolare un mostro che pare aver già ucciso la sua mamma e non solo lei.
E' interessante e ben realizzata, anche se non proprio originale, come del resto tutta la storia in se, l'idea dei sogni che prendono vita in tempo reale rispetto a Cody che dorme e gli incubi riescono a regalare quei momenti di terrore che sono richiesti ad ogni buon horror, anche se 'Somnia' ha più la dimensione di una fiaba horror. E dobbiamo sottolineare anche, tra gli spetti positivi, che gli attori protagonisti fanno il loro dovere piuttosto bene, a cominciare dal piccolo Jacob Tremblay (già visto in 'Room'), davvero sorprendente per intensità di interpretazione. Allo stesso modo anche la regia di Mike Flanagan non delude in rapporto alle aspettative dopo il suo precedente ed ottimo 'Oculus'. 
Qualche problema è presente invece nella sceneggiatura scritta a quattro mani dallo stesso Flanagan con Jeff Howard. Ad esempio i due genitori adottivi, che davanti al verificarsi di fenomeni quantomeno 'inquietanti' nel pieno cuore della notte, finiscono per dare ogni cosa per scontata, come se fosse tutto assolutamente normale. Altro passo falso non da poco è quello di dare al mostro persecutore, almeno nella versione italiana del film, un nome che finisce con lo svelare, fin da subito, quella che invece dovrebbe essere la conturbante rivelazione finale.
Questi veri e propri 'errori' di scrittura sono un peccato perché in fin dei conti ci troviamo davanti ad un'opera cinematografica di genere, interessante e d'atmosfera, con tanto di simbolica discesa conclusiva nel mondo dell'incubo, in pieno stile 'Freddy Krueger', che potrebbe fare il paio con un'altra 'fiaba horror' della stessa 'generazione', ovvero l'eccellente 'Babadook'.
Ma mentre quest'ultimo troneggia nella quasi perfezione, 'Somnia' finisce inevitabilmente per risentire dei suoi 'inciampi'.

TRAMA:

Jessie e Mark perdono il loro unico figlio e per tentare di superare il dolore prendono con loro il piccolo Cody, rimasto orfano in seguito alla morte della propria madre. Amorevole come tutti i bambini, Cody però non ama dormire: ogni volta che si addormenta, i suoi sogni e i suoi incubi prendono forma e si manifestano fisicamente, portando con loro finte speranze e demoniache presenze.

TRAILER: