Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2017

LA MUMMIA LA MUMMIA É APPASSITA.

Pubblicato il 11/06/2017
VotoVotoNo votoNo votoNo voto

Un film di Alex Kurtzman. Con Tom Cruise, Russell Crowe, Sofia Boutella, Annabelle Wallis, Jake Johnson, Courtney B. Vance, Marwan Kenzari, Stephen Thompson, James Arama, Sohm Kapila, Sean Cameron Michael, Erol Ismail, Shanina Shaik.

LA MUMMIA  LA MUMMIA É APPASSITA. DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

Antico Egitto. La principessa Ahmanet (Sofia Boutella) è la diretta erede al trono, ma il nuovo nascituro, maschio, la deruba di quello che lei percepisce come un diritto. Accecata dalla sete di potere fa un patto col Male: uccide il padre e il neonato ma, prima che possa terminare il rituale demoniaco, viene catturata e sepolta viva. Duemila anni più tardi il profanatore di tombe, Nick Morton (Tom Cruise) s’imbatte nella tomba e la dissotterra, liberando di fatto la Mummia che minaccia di completare la sua opera malvagia.
Diciamo subito quello che funziona: gli effetti visivi sono di prim’ordine, l’avventura non manca e Sofia Boutella, l’attrice che interpreta la mummia (si, adesso è donna) è di un fascino e una seduzione come poche. È più una sirena che attrae verso sé Ulisse, in questo caso Tom Cruise, che la mummia mostro al quale siamo stati abituati, il cui ruolo è di incutere terrore. Cruise è un avventuriero, un ladrone di reperti archeologici da vendere sul mercato nero, ma è anche una simpatica canaglia. Ricorda qualcosa?
Uno dei più grandi difetti di questa nuova versione de La Mummia è che si prende troppo sul serio, l’umorismo che pervadeva la versione con Brendan Fraser giustificava la rivisitazione dei classici dell’orrore in bianco e nero. Qui ci troviamo davanti a grande dispendio di effetti speciali, esplosioni e movimenti di macchina frenetica uniti ad uno spirito d’avventura più simile ad Indiana Jones che all’horror dei Mostri della Universal. Tom Cruise fa la sua parte di eroe invincibile sciupafemmine, buttandosi a capofitto nell’azione, nelle acrobazie, negli stunt del quale è diventato maestro, rubando la scena a quello che dovrebbe essere il protagonista, ovvero il mostro. E di fatti dopo tante reiterazioni di Ethan Hunt e Jack Reacher, il personaggio comincia anche un po’a stufare.
Alla fine dei giochi si esce storditi da tanto fumo (sabbia?) negli occhi di un film-giocattolo, ma la sostanza manca: manca il senso di stupore degli anni trenta, capace di spaventare il pubblico, lo stesso senso di stupore che negli anni duemila, grazie alle nuove tecnologie che al tempo stavano venendo fuori, strabiliavano il pubblico. Qui è tutto secondo gli standard; confezione impeccabile, ma vuota. Il tesoro nascosto, ci spiace, non c’é. Come prevedibile il film lascia la porta aperta a sequel e spinoff (che ci sia un Dr Jekyll e Mr Hyde all’orizzonte?)


Link:
»http://www.themummy.com/