Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2017

AUGURI PER LA TUA MORTE (HAPPY DEATH DAY) MUOIO DA CAPO

Pubblicato il 15/10/2017
VotoVotoVotoVotoNo voto

Un film di Christopher Landon. Con Jessica Rothe, Israel Broussard, Ruby Modine, Charles Aitken, Laura Clifton, Jason Bayle, Rob Mello, Rachel Matthews, Ramsey Anderson, Blaine Kern III, Cariella Smith

AUGURI PER LA TUA MORTE (HAPPY DEATH DAY)  MUOIO DA CAPO DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

La studentessa universitaria Tree Gelbman (Jessica Rothe) ha un brusco risveglio nel dormitorio di un ragazzo. Con una sbornia ancora da smaltire scappa e attraversa il campus verso il proprio dormitorio. Ad aspettarla a fine serata c’è una brutta sorpresa: qualcuno cerca di ucciderla. Il giorno dopo si risveglia ancora una volta nella stessa stanza come nulla fosse successo, ma con la memoria intatta di quanto già vissuto. Una forte sensazione di deja vu la persegue ad ogni angolo fino a tarda notte quando qualcuno cerca ancora una volta di ucciderla. Se non vuole perdere la ragione dovrà scoprire chi sia a volerla morta.
Fino a che punto si può riciclare la stessa idea senza stancare? La trovata che ebbe Harold Ramis per Ricomincio da capo, quella di rivivere lo stesso giorno all’infinito, è stata ormai riproposta in tutte le salse e ogni variante possibile. Eppure Happy Death Day, in italiano Auguri per la tua morte, riesce nell’impresa di non risultare mai stantio. Forse perché si tratta del genere horror, al quale si può perdonare molto, forse proprio perché in questa chiave non era mai stato proposto o forse perché i produttori del film sono ben consapevoli di star prendendo in prestito l’idea geniale di qualcun altro e quindi decidono di cavalcare l’onda, divertendosi con il concept. Piuttosto che cercare di spaventare un pubblico sofisticato, il film usa la chiave dell’umorismo e ottiene il risultato di divertire per l’assurdità delle morti (un po’ come era diventato il filone di Final Destination). Ad essere filosofici si può leggere anche nella scelta del giorno del compleanno come giorno di morte il terrore di coloro i quali vedono gli anni accumularsi e si sentono morire ogni anno di più. Si aggiunge poi al panorama delle maschere dell’horror una nuova figura semplice, ma efficace, la mascotte con la faccia da bebè, che sicuramente tornerà in nuove iterazioni.  Ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo è da sempre prerogativa degli horror, spesso a budget limitato, ma in grado di colpire nel segno. Auguri per la tua morte fa proprio questo e con grande gusto. 


Link:
»http://www.happydeathdaymovie.com