Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2014

PANE E BURLESQUECOMMEDIA ZOPPICANTE E ASFITTICA CON LA FORTUNA DI UNA BRAVISSIMA SABRINA IMPACCIATORE

Pubblicato il 28/05/2014
VotoVotoNo votoNo votoNo voto

Un film di Manuela Tempesta. Con Laura Chiatti, Sabrina Impacciatore, Michela Andreozzi, Giovanna Rei, Caterina Guzzanti, Edoardo Leo, Fabrizio Buompastore, Raffaele Braia.

PANE E BURLESQUE COMMEDIA ZOPPICANTE E ASFITTICA CON LA FORTUNA DI UNA BRAVISSIMA SABRINA IMPACCIATORE
Sembra proprio che raccontare l'arte del burlesque al cinema non sia facile per nessuno, basti pensare al deludente 'Tournée' di Amalric. Così anche Manuela Tempesta non riesce a regalare una pellicola che possa dirsi soddisfacente. I problemi ci sono, sono tanti e purtroppo assai evidenti, a cominciare da una sceneggiatura che spesso si perde lungo il cammino e finisce per dare vita a svolte narrative inspiegabili o comunque poco credibili. Gli interpreti, principali e non, si muovono goffi in questa situazione e ci si chiede se era davvero necessaria la partecipazione di nomi come Edoardo Leo e Caterina Guzzanti, che nonostante le loro piccole parti finiscono per far sfigurare le protagoniste, che vestono i panni di personaggi scritti e caratterizzati piuttosto male. 
Un attimo, a questo punto dobbiamo fermarci e sottolineare l'eccezione del caso, ovvero la luce della pellicola in questione. Stiamo parlano di Sabrina Impacciatore. Si nota fin da subito il suo impegno nello studiare la parte, nell'entrare nel ruolo e nel prepararsi fino in fondo ad interpretare una performer di burlesque. Ed i risultati alla fine si vedono eccome! La sensualità e la simpatia della Impacciatore emergono con grande forza su tutto il resto e la sua ironia è la 'fetta di torta' che vale la pena mangiarsi nel vedere questo film. L'attrice romana si è allenata con una vera e bravissima burlesquer come Grace Hall e poi si è dedicata anche a studiare il pugliese, per dare vita nel miglior modo possibile alla sua Giuliana o Mimì La Petite. E' lei che sostiene il peso dell'intera pellicola.
Un lavoro cinematografico palesemente affaticato anche da un feeling non proprio eccezionale tra le protagoniste. La Chiatti ha anche raccontato di non amare affatto il burlesque e non essere mai riuscita ad entrare in sintonia con questa disciplina artistica e oltre questo c'è da aggiungere poco altro.
Commedia zoppicante e asfittica con, lo abbiamo detto, l'unica fortuna di una Sabrina Impacciatore spumeggiante. La domanda è: lei da sola può bastare a salvare la tenda dal tornado?

TRAMA:

In un paese dell'Italia del sud, la fabbrica di ceramiche Buontempi ha chiuso, con conseguenze che si riversano sull'intera collettività. Gli ex operai sono ridotti a giocare al fantacalcio mentre la piccola merceria di Vincenzo e di sua moglie Matilde non riesce più ad andare avanti. Un bel giorno, però, nel piccolo centro arrivano quattro artiste di burlesque, capeggiate da Giuliana. In arte Queen Rose, Giuliana è ritornata al paese natio dopo venti anni di assenza per mettere in vendita alcune proprietà di famiglia.