Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2017

LA RAGAZZA DEI MIEI SOGNIUn vero regista ama sperimentare

Pubblicato il 10/05/2017
VotoVotoVotoMEzzo votoNo voto

di Saverio Di Biagio con Primo Reggiani, Miriam Giovanelli, Nicolas Vaporidis, Chiara Gensini

LA RAGAZZA DEI MIEI SOGNI Un vero regista ama sperimentare Saverio Di Biagio con "La ragazza dei miei sogni", tratto dall'omonimo romanzo di Francesco Dimitri, si è messo in gioco. In un'Italia cinematograficamente ferma, lui ha provato a fare qualcosa di nuovo. 
Un film che in America sarebbe all'ordine del giorno mentre nel nostro bel paese è un rischio, un mystery movie come "Twilight" che tratta il tema complesso del paranormale in maniera assolutamente non superficiale. 
Ne "La ragazza dei miei sogni" è evidente lo studio attento del mondo delle tenebre e questo allontana il rischio di cadere nel ridicolo, come purtroppo spesso accade a chi si avvicina a questo genere. Saverio Di Biagio tratta il tema in maniera meticolosa e con profondo rispetto, curando soprattutto la recitazione e una narrazione visiva elegante e originale.
La pellicola coinvolge e stupisce il pubblico lentamente. Sarà per il titolo "La ragazza dei miei sogni" o per la presenza di Vaporidis, non me ne voglia il bravo Nicolas, ma appena seduta ho avuto paura di assistere al classico film romantico e banale per teenagers. Fortunatamente proprio lui qui è molto lontano dal "ragazzo ideale" che ha interpretato in passato. Il suo sguardo è misterioso e il suo corpo tatuato ad arte, con un'interpretazione affatto banale è parte integrante della storia e non pura mercificazione per ammiccare alle ragazzine, a conferma di un percorso, negli ultimi anni, che lo ha visto sperimentare spesso, anche a teatro (proprio con lo stesso Di Biagio).
Primo Reggiani interpreta il classico ragazzo anonimo, trentenne insoddisfatto e alla ricerca della donna dei suoi sogni. Divide l'appartamento con Mario che è il suo esatto opposto: spergiudicato, aggressivo, affascinante e totalmente immaturo. Vittima di un rapporto d'amicizia con una donna che non capisce - o fa finta di non farlo - l'amore che lui prova per lei, una notte in cui si sente tradito Primo Reggiani conosce Sofia (Miriam Giovannelli): bella e intrigante ma soprattutto identica alla donna che ultimamente domina i suoi sogni. 
Da questo momento in poi il film cambia registro e il mondo esoterico diventa il vero protagonista. Lo spettatore viene condotto nei meandri di questo mondo non mondo da Alessandro (Nicolas Vaporidis) che sarà una sorta di Caronte, un traghettatore capace di spiegare le molte e complesse dinamiche del mondo paranormale.
L'operazione di Saverio Di Biagio è degna di nota, in Italia questo genere ha avuto poco successo perché spesso risultava ridicolo e non credibile, ma non è questo il caso. Il regista dimostra di avere il coraggio di sperimentare avvalendosi di uno studio attento e minuzioso e facendo ottimo cinema. La ricerca del particolare e i dialoghi per nulla banali sono sicuarmente i suoi migliori alleati.