Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Logo
Anno di produzione 2016

2NIGHTIl problema di Roma è il parcheggio

Pubblicato il 15/05/2017
VotoMEzzo votoNo votoNo votoNo voto

di Ivan Silvestrini con Matilde Gioli, Matteo Martari, Giulio Beranek

2NIGHT Il problema di Roma è il parcheggio 2night è un film in itinere che deve trovare ancora la sua meta. Uso il termine "in itinere" perché i due protagonisti Matilde Gioli e Matteo Martari si incontrano in una discoteca romana e decidono di proseguire la serata in macchina. Inizialmente il programma  è di andare a casa di lei ma in realtà faranno l'alba in macchina girando per una Roma straordinariamente vuota, tra folli chiacchiere e confidenze.
L'idea del conoscersi guidando alla ricerca di un buon parcheggio a Roma non è male, peccato per la povertà dei contenuti.  Davvero è questa la generazione che ci vuole raccontare il regista Ivan Silvestrin? Vuota, apatica e che preferisce un buon parcheggio ad una notte di sesso? Una generazione che  non sa neanche usare un navigatore: vedere i giri assurdi che fanno per andare al Pigneto sarà una tortura per gli spettatori romani.
Il film a chi è rivolto? I ragazzi di 18/20 annni parcheggerebbero anche in doppia fila pur di passare una notte con una ragazza bella come la Gioli, quelli di 30/40 non sopporterebbero l'idea di perdere tempo in giro per Roma alla ricerca di un parcheggio. E allora chi si dovrebbe identificare in questa folle notte dove per arrivare al Pigneto da Piramide si passa per la Tangenziale, non prima di aver circumnavigato due volte la Garbatella e Ostiense?
Spunti di riflessione non mancano, quello che non c'è è l'attenzione ai particolari soprattutto nei dialoghi. Un soggetto valido che sembra perdersi nel corso del film, una sceneggiatura senza picchi e una visione troppo piatta.
Fortunatamente la bellezza di Matilde Gioli ci addolcisce e ci accompagna durante questi 74 minuti rendendo il tutto decisamente più piacevole.