Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo

THE AVENGERS - INTERVISTA CON SCARLETT JOHANSSON

Pubblicato il 23/04/2012
THE AVENGERS - INTERVISTA CON SCARLETT JOHANSSON
I Vendicatori erano sabato scorso a Roma per l'anteprima nazionale del loro film. La più ricercata e la più discussa è stata senza dubbio Scarlett Johansson, che oltre a rispondere alle domande di noi giornalisti ha trovato il tempo di litigare con i fotografi accreditati. Ma si sa che le dive di Hollywood più sono belle e più sono capricciose. Ecco quindi per tutti i suoi fans, soprattutto i maschietti, l'intervista alla Vedova Nera degli Avengers.

Scarlett quando hai saputo con certezza che avresti preso parte a 'The Avengers' e cosa ti ha colpita di questo progetto cinematografico?
“Devo dire che la prima volta in cui sono stata attirata in questo progetto è stato ai tempi di Iron Man 2. L'idea di lavorare con Robert Downey Jr. mi attirava moltissimo, così come essere diretta da Joss Whedon. La speranza è che il mio personaggio piaccia e possa attirare i fans così da tornare anche nei film seguenti”.

Leggevi i fumetti Marvel da bambina? Cosa ti colpisce di più delle loro storie?
“No da ragazzina non era una grandissima fan dei fumetti e non leggevo quelli dei supereroi. Mi piaceva molto più leggere i libri. Quello che mi interessa, nel prendere parte ad un progetto come questo, è che la sceneggiatura anche se poco mi deve spaventare. Col passare degli anni cerco personaggi con più sostanza, più materia, con i piedi per terra. L'elemento della paura e del terrore mi fa capire che c'è qualcosa all'interno della sceneggiatura per cui vale la pena lottare”.

Interpreti Vedova Nera. Cosa hai in comune col tuo ruolo nella vita reale?
“Io e il mio personaggio abbiamo in comune delle ferme convinzioni. Sono ipersensibile e utilizzo questo mio modo di essere nel lavoro. Vedova Nera invece deve restare fredda, impassibile e non può far emergere la sua vulnerabilità. Abbiamo in comune la voglia di portare a termine i nostri lavori”.
Prima di 'The Avengers' non avevi mai affrontato ruoli di questo tipo in un blockbuster dal budget così imponente. Quale è il genere cinematografico che preferisci e come ti sei trovata a recitare in un action in cui la fisicità è fondamentale?
“Non penso che si possa fare un confronto tra i miei film. Ogni film è un'esperienza a parte e una sfida diversa. La mia scelta poi non dipende dal budget. La sfida prescinde dalla portata della pellicola. Certo in un caso come quello di 'The Avengers' ti rendi conto che non stai facendo una cosa intima. Comunque si tratta di un film basato sui personaggi anche questo e c'è la sfida di affrontare un ruolo drammatico. Per le scene di combattimenti abbiamo passato molto tempo in palestra e ci siamo allenati moltissimo, gli stunt erano diventati la nostra famiglia. Abbiamo affrontato molte scene pericolose per far si che si vedessero le nostre facce nelle riprese. Così come abbiamo imparato a maneggiare armi pericolosissime”.

Una settimana fa Woody Allen era a Roma per presentare il suo 'To Rome With Love', ti piacerebbe prendere parte ad un suo film in futuro? Con Joss Whedon come ti sei trovata e secondo te cosa ha in comune con Allen? In quanto a Roma vorresti lavorare in questa città?
“Chi non ama Woody Allen? Io farei qualsiasi cosa pur di lavorare con lui. Mi piacerebbe in qualsiasi momento girare un film a Roma dove ho già lavorato più di dieci anni fa ed è stato fantastico. Joss Whedon e Woody Allen? Il primo ti da tante note ed appunti mentre il secondo ti lascia molto libero di improvvisare”.