Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2016

WARCRAFT - L'INIZIOLA GRANDE GUERRA TRA ORCHI E UMANI

Pubblicato il 08/06/2016
VotoVotoVotoMEzzo votoNo voto

Un film di Duncan Jones. Con Travis Fimmel, Paula Patton, Ben Foster, Dominic Cooper, Toby Kebbell, Ben Schnetzer, Robert Kazinsky, Daniel Wu, Ruth Negga, Clancy Brown.

WARCRAFT - L'INIZIO LA GRANDE GUERRA TRA ORCHI E UMANI
Da Wikipedia: "Warcraft: Orcs & Humans, anche noto come Warcraft I (o semplicemente Warcraft), è un videogioco strategico in tempo reale (RTS) sviluppato da Blizzard Entertainment nel 1994. Insieme a Command & Conquer, Warcraft fu uno dei primi RTS a riscuotere un grande successo e contribuì in modo significativo a rendere popolare questo genere. Orcs & Humans è il primo gioco ambientato nell'universo di Warcraft, e quello che ha dato il via alla serie videoludica Warcraft. L'azione del gioco si svolge nel mondo di Azeroth, un pianeta dell'universo di Warcraft. Gli eventi raccontati dalle campagne di Warcraft I sono noti nel gergo del gioco come la "Prima Guerra". Il conflitto fu causato dall'invasione degli orchi, giunti nelle terre degli umani dai territori di Draenor, attraverso un portale magico".
Ecco bisognerebbe partire da questa pagina di 'enciclopedia' per spiegare a chi non è avvezzo al mondo dei videogiochi e del fantasy di cosa è la trasposizione cinematografica il film di cui stiamo per parlare e per fare chiarezza sulla grande confusione generata dai molti articoli che invece citano un videogames molto più recente, ovvero quel 'World of Warcraft' che ha fatto tanto parlare di se per la sua particolarità di essere un vero e proprio mondo virtuale giocabile esclusivamente con l'utilizzo di Internet e con il pagamento di un canone.
La pellicola diretta da Duncan Jones ('Source Code') basa la sua sceneggiatura quindi sul videogioco anni '90 e non su quello datato 2004, da cui comunque prende chiara ispirazione per alcuni aspetti estetici, come la costruzione di alcune location ed i costumi e la fisicità dei personaggi umani e di quelli fantastici. Scelta inevitabile quest'ultima per l'evidente ed inevitabile diversità di qualità tecnica nella grafica di un prodotto datato '94 e di uno sviluppato 10 anni dopo. Detto questo però tutto lo sviluppo narrativo a cui si va incontro nel vedere 'Warcraft - L'Inizio' parte proprio dal principio, come del resto è bene impresso nel titolo, ed anche in caso di sequel immaginiamo continuerà per questa strada, considerando che 'Warcraft: Orcs & Humans' ebbe due successori di spessore, ovvero 'Warcraft II: Tides of Darkness' e 'Warcraft III: Reign of Chaos', datati rispettivamente 1995 e 2002.
Dopo questo indispensabile tuffo nel mondo dei videogiochi, per spiegare al meglio cosa c'è dietro questo godibilissimo prodotto cinematografico di stampo puramente fantasy, eccoci a parlare del film in quanto tale. Il primo punto da sottolineare è che chi si reca al cinema non deve necessariamente conoscere tutto quanto vi abbiamo appena raccontato e neppure deve essere un appassionato di computer e console. Infatti 'Warcraft - L'Inizio' può essere tranquillamente visto da chiunque ama semplicemente le storie e le grandi saghe fantasy-fantastiche. Il tutto è confezionato in modo tale da poter essere universalmente usufruibile. Ci troviamo davanti ad una storia epica che racconta, in poche parole, lo scontro tra due eserciti e due grandi civiltà totalmente opposte tra loro. Il tutto infarcito a dovere da memorabili sequenze, come l'incipit ed il finale, e dalla giusta dose di eroi, villain, armi incantate e magie straordinarie.
Non mancano poi ovviamente alcune 'chicche' per i succitati 'appassionati di videogames', come l'esilarante incantesimo di trasformazione in pecora. Un qualcosa in più, dietro le righe, che aggiunge spessore al prodotto e non toglie nulla a nessuno, semmai il contrario.
Quindi si, come avrete capito, il film ci è infine piaciuto e lo consigliamo ma... c'è un ma di cui non possiamo non parlare. Si tratta di quella che a nostro avviso è una stonatura tecnica ma che non è detto debba infastidire tutti. Parliamo della scelta di affiancare degli attori umani, ripresi in semplice e limpidissimo live-action ad altri, quelli che impersonano gli orchi, elaborati con una pesantissima computer grafica. Il risultato è quello di vedere spesso nello stesso 'quadro' dei personaggi in 'carne ed ossa' interagire con altri chiaramente 'artificiali', che anche se ben realizzati dalla 'Industrial Light & Magic' di George Lucas, per quanto ci riguarda finiscono con lo 'stridere' inseriti in questo contesto.
Ci chiediamo se era possibile ovviare a tutto questo magari realizzando qualcosa di completamente diverso come fatto da Peter Jackson con la 'Weta Digital' per i suoi orchi ne la trilogia de 'Il Signore degli Anelli'. Del resto il personaggio della mezz'orchessa Garona, interpretata da Paula Patton, è stata eleborata senza l'utilizzo della CGI ed il risultato è assolutamente soddisfacente. Sta quindi allo spettatore giudicare quanto questo aspetto possa disturbare o meno la visione del film.

TRAMA:

Il regno pacifico di Azeroth si ritrova sull'orlo di una guerra civile quando i suoi abitanti sono costretti a fare fronte all'attacco invasore di terribili guerrieri orchi in cerca di nuove terre da colonizzare. Con l'apertura di un portale che collega Azeroth con la terra degli orchi, questi si preparano alla distruzione costringendo Azeroth a difendersi dall'ipotetica estinzione. I due differenti fronti sono guidati da due eroi chiamati a decidere ognuno il destino della propria famiglia, gente e patria.

TRAILER: