Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2017

GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL.2 TANTO UMORISMO E BELLA MUSICA NELLA GALASSIA

Pubblicato il 27/04/2017
VotoVotoVotoVotoNo voto

Un film di James Gunn. Con Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Vin Diesel, Michael Rooker, Karen Gillan, Pom Klementieff, Sylvester Stallone, Kurt Russell, Elizabeth Debicki, Chris Sullivan, Sean Gunn, Laura Haddock, Ving Rhames, Michelle Yeoh.

GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL.2  TANTO UMORISMO E BELLA MUSICA NELLA GALASSIA DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

Quello che distingue i Guardiani della Galassia dagli altri prodotti targati Marvel è il senso dell’umorismo e la trascinante colonna sonora, che non é solo un commento musicale, ma parte integrante della storia. Molti film sui supereroi si prendono troppo sul serio, l’opera di James Gunn fa dell’umorismo la sua arma vincente. Senza arrivare al metacinema parodistico di Deadpool, che funziona a modo suo, qui l’umorismo nasce dall’approccio dei personaggi alla loro situazione. È il tono scanzonato e irriverente di questo gruppo di eroi, che non potrebbero essere più diversi l’uno dall’altro, a rendere il film godibile sotto ogni aspetto. La trama è l’anello più debole, ed un passo indietro rispetto al primo capitolo, ma poco conta, perché ci si diverte in continuazione. Facciamo la conoscenza del padre di Peter Quill, Ego (Kurt Russell), una divinità scesa sulla Terra negli anni ’80 il quale, innamoratosi della giovane Meredith, concepisce con lei un bambino che diventerà il nostro eroe Star-Lord. Tornati al presente i Guardiani della Galassia sconfiggono il mostro Abilisk per conto della razza Sovereign, alla quale aveva sottratto delle preziose batterie. In cambio i Guardiani ottengono Nebula, che era stata precedentemente catturata proprio dai Sovereign. Rocket non resiste tuttavia dal rubare qualche batteria lui stesso e i Guardiani si ritrovano l’intera razza alla calcagna. A salvarli ci pensa Ego, il quale è finalmente riuscito a localizzare suo figlio e non vede l’ora di recuperare il tempo perduto come padre. Effetti speciali, personaggi simpatici e adorabili (Baby Groot) e il ritmo vivace sono la ricetta vincente. Delude l’apparizione di Sylvester Stallone, mentre Kurt Russell si dimostra una scelta più che adatta nel ruolo del padre di Quill. C’è anche spazio per un po’ di sano sentimentalismo sul concetto di famiglia allargata: il legame di amicizia che lega i Guardiani opposto al legame di sangue tra Quill e Ego. Come ogni grossa produzione che si rispetti, e in particolar modo nel caso della Marvel, è un successo annunciato, noi possiamo solo dire che il divertimento non manca e che non resterete delusi.

Link:
»http://https://marvel.com/guardians