Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2020

BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN IMPRONTA POP PER L'ANTI-EROINA DEI FUMETTI DC

Pubblicato il 09/02/2020
VotoVotoVotoNo votoNo voto

Un film di Cathy Yan. Con Margot Robbie, Jurnee Smollett-Bell, Mary Elizabeth Winstead, Rosie Perez, Ewan McGregor, Ella Jay Basco, Chris Messina, Ali Wong, David Ury, Daniel Bernhardt

BIRDS OF PREY E LA FANTASMAGORICA RINASCITA DI HARLEY QUINN  IMPRONTA POP PER L'ANTI-EROINA DEI FUMETTI DC DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

In un mondo post Joker di Todd Phillips e post Nolan, Birds of Prey sceglie la strada completamente opposta. Niente atmosfere dark quindi o connotazioni psicologiche. Ma neanche l’epicità della Marvel. Birds of Prey è un film pop, colorato, quanto di più vicino ci possa essere ad una tavola di un fumetto portata sullo schermo. È un film che sarebbe potuto uscire negli anni ‘80. E se non fosse già evidente, c’è una sequenza che fa il verso alla Marilyn Monroe de Gli uomini preferiscono le bionde, poi omaggiata da Madonna in Material Girl, simbolo dello spirito consumistico di quegli anni. C’è una forte impronta femminile, i personaggi principali sono tutte donne, la regista della pellicola è donna, però non ne fa un distintivo d’onore come era il caso, per esempio, di Wonder Woman, qui siamo dalle parti dell’entertainment puro senza fini sociologici. Difatti la trama, con al centro un diamante che tutti vogliono, e poco più che un pretesto per spingere i personaggi all’unione e o allo scontro. È un film videoclip, tanto intrattenimento, spesso riuscito perché diverte, ma molto fine a sé stesso. Margot Robbie dà tutta sé stessa, protagonista e narratrice, spesso rompendo la quarta parete e accentuando il tono scanzonato della pellicola. L’attrice si fa carico del film e lo porta sulle sue spalle fino alla fine. È chiara l’ispirazione a Deadpool, nel quale Ryan Reynolds adottava uno stile simile, anche se con risultati migliori, grazie ad una sceneggiatura più solida.
Il marchio DC al cinema è ancora alla ricerca di una sua identità e dato il poco gradimento ricevuto da Suicide Squad, cerca di virare i toni sulla spensieratezza realizzando un film divertente, ma che rischia di sparire dalla memoria in poco tempo.


Link:
»http://www.birdsofpreymovie.com