Housetv
Filmhousetv
Horrorhousetv
Scifihousetv
Dramahousetv
Comedyhousetv
Animationhousetv
Thrillerhousetv
Serialhousetv
Soccerhousetv
Nazionalehousetv
Interhousetv
Milanhousetv
Juventushousetv
Napolihousetv
Romahousetv
Laziohousetv
Luca Svizzeretto
background
Breaking News»
Logo
Anno di produzione 2016

THE ACCOUNTANT NON IL SOLITO EROE D'AZIONE

Pubblicato il 27/10/2016
VotoVotoVotoMEzzo votoNo voto

Un film di Gavin O'Connor. Con Ben Affleck, Anna Kendrick, J.K. Simmons, Jon Bernthal, Jeffrey Tambor, John Lithgow, Cynthia Addai-Robinson, Jean Smart, Alison Wright, Seth Lee, Andy Umberger.

THE ACCOUNTANT  NON IL SOLITO EROE D'AZIONE DAL NOSTRO CORRISPONDENTE A LOS ANGELES

Ben Affleck è Christian Wolff, un contabile, che crescendo ha trasformato la sua sindrome di Asperger da handicap a virtù da applicare nel suo lavoro. Questo però lo porta anche a relazionarsi con personaggi loschi, ai limiti della legalità, se non addirittura veri e propri criminali. Nonostante la cautela con la quale si muova Wolff, la divisione anti-crimine del Dipartimento del Tesoro, sotto la guida di Ray King (J.K. Simmons), fa partire un’indagine segreta, con lo scopo di sapere chi sia il misterioso commercialista e il suo vero ruolo in certe operazioni. L’ultimo cliente di Wolff è una compagnia di robotica con a capo Lamar Blackburn (John Lithgow), il quale richiede i suoi servizi per mettere ordine tra alcune discrepanze trovate sui libri contabili. Il nuovo incarico potrebbe, però, portare allo scoperto il suo passato e le sue vere capacità.
The Accountant è un teso thriller che trasforma una persona affetta da disturbo pervasivo dello sviluppo in un supereroe; la sua condizione vista non come un limite, ma come una marcia in più. È un'idea innovativa per un film fondamentalmente d’azione con aspirazioni a riflessioni profonde. Va da sé che riesce più nel primo intento che nell’altro. Tanta attenzione della trama è riposta nel costruire il passato del protagonista: un padre severo di formazione militare, il quale invece che affidare il figlio ai dottori lo costringe ad un training pesante, ponendolo davanti alle ingiustizie della vita sin da piccolo. L’obiettivo è quello di renderlo in grado di affrontare qualsiasi tipo di ostacolo, data la sua posizione di svantaggio rispetto agli altri bambini. Prendersi il tempo per delineare il personaggio è sicuramente un pregio, il film però a volte si perde in tante lungaggini per spiegarne il comportamento e motivazioni. Per un momento la storia sembra fermarsi, posta temporaneamente in sospeso, per permettere al personaggio di J.K. Simmons di raccontare tutto il passato di Wolff con lunghi flashback. Sarebbe forse stato meglio dosare meglio tali informazioni, distribuendole lungo l’arco di tutto il film, piuttosto che dedicare una larga fetta di tempo al cosiddetto ‘spiegone’. È presente anche un velato tentativo di lanciare una nuova saga con protagonista il contabile, confermato da un finale volutamente lasciato aperto a possibili sequel. Resta comunque un solido thriller con tanta azione, in grado di tenere il pubblico ancorato alla poltrona.


Link:
»http://www.accountantmovie.com/